Pieno rispetto del diritto alle cure: la direttiva transfrontaliera “Salute”

Home » Diario Europeo » Pieno rispetto del diritto alle cure: la direttiva transfrontaliera “Salute”

12 Febbraio 2019 Diario Europeo

Attraverso un rapporto votato nel Parlamento europeo, oggi abbiamo chiesto ai Paesi membri di applicare pienamente la “Direttiva Salute” adottata nel 2011, di garantire il massimo livello di qualità del servizio e la massima accessibilità transfrontaliera all’assistenza medica, di semplificare le procedure di rimborso e di istituire dei Punti di Contatto Nazionali che forniscano le informazioni necessarie a pazienti e personale medico. Perché la pienezza dei diritti comincia con la consapevolezza di averli e di come sono articolati.

I cittadini europei che non hanno accesso alle cure specialistiche nel luogo in cui vivono, che devono affrontare lunghe liste d’attesa oppure abitano in località di frontiera, hanno il diritto di rivolgersi ai sistemi di altri Paesi dell’Unione ma, su questo, l’informazione verso i pazienti è ancora insufficiente.  Non solo: persino la comunicazione sul rimborso delle spese mediche è estremamente carente. Infine ma non per ultimo, i cittadini vanno protetti dagli abusi, attraverso la promozione di prezzi equi per i prodotti farmaceutici in ogni luogo dell’Unione.

Gli Stati membri sono chiamati a fare di meglio e di più, per garantire il diritto alla salute e alle cure mediche a tutti i cittadini europei.

Condividi su: