Oltre 10 miliardi ai Paesi in prima linea sul fronte migrazioni, asilo e integrazione

Home » Diario Europeo » Oltre 10 miliardi ai Paesi in prima linea sul fronte migrazioni, asilo e integrazione

13 Marzo 2019 Diario Europeo

Nonostante l’opposizione del PPE, oggi abbiamo garantito l’approvazione di un sostegno concreto per il periodo 2021-2027 ai Paesi membri che devono affrontare gli arrivi in Europa.

È stato davvero deludente vedere il centrodestra opporsi a questa misura solo perché avrebbe voluto vedere gli oltre 10 miliardi assegnati a Paesi terzi – laddove l’Unione sta già destinando somme significative agli Stati di provenienza degli emigrati, per aiutarli ad affrontare le cause del fenomeno, e le terre di approdo non possono sicuramente essere lasciate senza un supporto.

Siamo solo a metà della nostra battaglia: i Governi nazionali devono decidersi a riformare le politiche europee che riguardano le migrazioni e l’asilo, in modo da garantire che tutti gli Stati membri si assumano la loro parte di responsabilità. Perché, comunque la si pensi, l’immobilismo e gli squilibri non sono né un metodo accettabile, né tantomeno una soluzione.

Condividi su: