“Non è la prima volta che questo Governo mette a repentaglio l’Italia. Ieri, in commissione Econ a Bruxelles, si è aperta la strada alla sospensione dei fondi comunitari: oggi, per una manovra che l’Unione definisce come ‘una violazione delle regole particolarmente grave’, rilevando il mancato rispetto degli impegni sul debito, l’Italia si avvia alla procedura d’infrazione.

La politica economica del Paese si fa con competenza, non a colpi di slogan”.