L’Europa e le Regioni: Puglia

Home » Focus Sud Italia » L’Europa e le Regioni: Puglia

22 Febbraio 2019 Focus Sud Italia

I 3,5 miliardi di euro di fondi europei destinati alla Puglia per il 2014-2020 hanno riguardato diversi progetti, dall’infrastruttura ferroviaria – compreso l’acquisto di nuovi treni – alla tutela dell’agroalimentare e delle aree rurali, dall’ambiente al restauro del patrimonio storico-culturale.

Nella Provincia di Bari, i finanziamenti hanno riguardato principalmente i servizi scolastici, la prima accoglienza di persone in estrema povertà e il tracciamento dei rifiuti. Nella Provincia Barletta-Andria-Trani – il sistema dei Musei Diocesani, Castel del Monte, il Teatro di Canosa, il Centro storico di Barletta e il palazzo degli ex Carmelitani, ma anche il mattatoio di Andria e il programma “Waterfront” a Trani. Nella Provincia di Brindisi, il disinquinamento dei fondali del porto e l’ampliamento della strada Sisri, ma anche la rigenerazione del mosaico delle terre degli ulivi e dei vigneti nell’area di San Pancrazio Salentino e il recupero del Palazzo Nervegna, della Torre Guaceto e del Convento di San Domenico. Foggia ha visto la nascita di un nuovo stabilimento di motori e il potenziamento dell’impianto di depurazione, diversi restauri tra Santa Maria di Siponto e San Leonardo, Manfredonia, Cerignola e la Cattedrale di Vieste, nonché la valorizzazione dell’agroalimentare, grazie alla piattaforma “Agrofood Science and Safety”. Nella Provincia di Lecce, l’Europa ha finanziato i sistemi di sorveglianza a Gallipoli e Casarano, la bonifica delle eco-balle a Cavallino, il progetto “Athene-Mediterraneo Antico Teatri Network”, ma anche il restauro del Castello Carlo V e del Castello di Ugento. Infine, nella Provincia di Taranto, i fondi europei sono stati utilizzati per il dragaggio del porto, il potenziamento della raccolta differenziata nel Comune, la rete di raccolta e il trattamento delle acque piovane a San Marzano, il recupero del Castello di Laterza e dell’ex Convento di Sant’Antonio e il restauro della Chiesa di S. Martino a Martina Franca.

È solo un inizio, laddove – purtroppo – i problemi e le difficoltà non mancano, a cominciare dall’agricoltura. L’auspicio è che, anche grazie ai nuovi fondi europei programmati per il 2021-2027, la Regione possa trovare il sostegno del quale ha bisogno.

Consulta qui i dettagli dei progetti e dei finanziamenti europei:

Puglia

Bari

Barletta-Andria-Trani

Brindisi

Foggia

Lecce

Taranto

Condividi su: