“Siamo nel pieno del lavoro, concludiamo entro gennaio”

“Sui fondi regionali, e cioè la politica di coesione e, insieme, il bilancio comunitario, ci auguriamo di arrivare a conclusione con la fine della legislatura. In ogni caso, avvieremo i triloghi e, nel caso non dovessimo farcela, lasceremo dei materiali a buon punto per il nuovo Parlamento e la nuova Commissione – così che, tra la fine del 2019 e il 2020, si possa concludere tutto. Perché non abbiamo molto tempo: stiamo parlando di fondi strutturali che dal 2021 dovranno essere operativi. Abbiamo bisogno che queste ingenti risorse – parliamo di quasi un terzo del bilancio comunitario, pari a 300 miliardi e passa di fondi strutturali – siano operative. Noi siamo nel pieno di un lavoro che mi auguro si possa concludere per gennaio con il documento sul fondo strutturale regionale”.

Così Andrea Cozzolino, eurodeputato del gruppo S&D e relatore per il Parlamento Ue della riforma del FESR post 2020, sull’andamento dei lavori.