⬆️ LE 3 NOTIZIE MIGLIORI

  1. Il 24 Ottobre il Parlamento Europeo ha votato importanti miglioramenti alla proposta di direttiva della Commissione sui prodotti di plastica monouso,  nel testo adottato si propone il divieto di utilizzo, a partire dal 2021, dei prodotti per i quali esistono alternative sia esteso anche ai prodotti di plastica oxodegradabile, ai contenitori in polistirene espanso e ai sacchetti di plastica ultraleggeri . Per i prodotti per i quali invece non esistono alternative si richiede agli Stati nazionali un piano per ridurne drasticamente l’utilizzo.
  2. Il 25 ottobre, al Parlamento Europeo, è stata approvata una risoluzione che chiede a tutti i governi di contrastare con forza le organizzazioni che si richiamano al fascismo e al nazismo. Questa presa di posizione chiara nasce da una denuncia sulla mancanza di azioni efficaci in ogni Stato contro questi gruppi, che in un certo senso ha permesso il formarsi dell’ondata xenofoba che ha investito l’Europa. ▶️ Per approfondire: http://www.andreacozzolino.eu/la-normalizzazione-dellodio/
  3. Napoli, tutti in fila al Plebiscito per aiutare Alex. Una gara di solidarietà per il bimbo affetto da una rarissima malattia genetica che mobilitato in Piazza Plebiscito moltissimi cittadini determinati a salvargli la vita trovando un campione idoneo tra i prelievi effettuati.

⬇️ LE 3 NOTIZIE PEGGIORI

  1. L’eurodeputato della Lega, Angelo Ciocca, dopo la relazione sulla bocciatura della manovra si avvicina al tavolo dei relatori con la scarpa in mano, afferra i documenti di Moscovici e  li calpesta ripetutamente. In seguito il video è stato pubblicato su Twitter dallo stesso Ciocca, che si è vantato del gesto, scrivendo di aver calpestato “con suola Made in Italy.
  2. Sul volo Ryanair Barcellona-Londra di venerdì scorso si è verificato un brutto episodio di razzismo, filmato e diffuso sui social da uno dei passeggeri. Poco prima del decollo, un uomo ha insultato pesantemente l’anziana donna di colore che era seduta accanto a lui, costringendola a cambiare posto.
  3. Nell’articolo 25 del decreto su Genova, compare il “condono” per Ischia. Legambiente ha prontamente denunciato l’inserimento nella norma di questo articolo che “prevede una sanatoria tombale secondo la quale si devono concludere i procedimenti ancora pendenti per gli immobili distrutti o danneggiati dal sisma del 2017: una norma che consentirebbe di sanare edifici che perfino i due condoni approvati successivamente dai governi Berlusconi nel 1994 e nel 2003 vietavano proprio perché posti in aree pericolose da un punto di vista idrogeologico e sismico, oltre che vincolate paesaggisticamente”